Pubblicato da: adp | aprile 4, 2008

Sito ufficiale della mostra: Piacenza 23 IV – 25 V 2008

 

 

 

1. Struttura della mostra

Enti promotori

 
         Liceo Classico Statale «Melchiorre Gioia», Piacenza
         Associazione Amici di Lalla Romano, Milano

 

Patrocini

 
         Comitato Nazionale per le celebrazioni del Centenario della nascita di Lalla Romano
         Comune di Piacenza / Assessorato alla Cultura e al Turismo
         Provincia di Piacenza / Assessorato al Sistema Scolastico e Formativo

 

In collaborazione con

 

         Comune di Piacenza / Assessorato alla Cultura e al Turismo

         Provincia di Piacenza / Assessorato al Sistema Scolastico e Formativo

         Fondazione di Piacenza e Vigevano, Piacenza

         Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi, Piacenza

         Biblioteca Comunale Passerini Landi, Piacenza

         Edizioni Effigie, Milano

         Archivio Grazia Cherchi, Piacenza

         Studio fotografico Vincenzo Cottinelli, Brescia

 

      Con la partecipazione di

 

         Tempi Agenzia S.p.A. Servizi per la mobilità, Piacenza

         Groupama Assicurazioni, Piacenza 3 (Stefano Parenti), Piacenza A (Paolo e Stefano Cella), Piacenza B (Luigi Gazzola)

         Ediltuna sas di Carlo Maserati, Tuna (PC)

         Fatidue s.r.l., Piacenza

 

Grafica della mostra

 

     Graziano Bocchi

 

 

Luoghi di esposizione a Piacenza

 

–   Biblioteca Comunale Passerini Landi

   Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi

    Biblioteca Mediateca «Grazia Cherchi»

    Liceo Classico Statale «Melchiorre Gioia»

 

Sezioni della mostra

 

         L’invenzione della scrittura (Percorso letterario): Lettura critica di manoscritti, documenti e prime edizioni

         Lalla Romano, pittrice degli affetti (Percorso iconografico): Dipinti, disegni e documenti

         Lalla Romano e Grazia Cherchi: un’amicizia per la scrittura (Percorso documentario): Libri con dedica, documenti e fotografie

          Tra scrittura e immagine: gli studenti “leggono” Lalla Romano (Percorso didattico): Contributi della classe V Ginnasio A (“Percorso integrato”)

 

Curatori

 

Antonio Ria   (ideazione e coordinamento generale / sezione letteraria)

 Alessandro De Poli                  (ideazione e coordinamento generale )

 Stefano Fugazza, Gabriele Dadati   (sezione pittorica)

 Antonio Ria e Alessandro De Poli     (sezioni documentaria e didattica)

 

 

 

Pubblicazioni

 

1.    Il catalogo della mostra nelle quattro sezioni sarà pubblicato nella collana «I Quaderni della Ricci Oddi» col titolo Il silenzio tra noi leggero. Lalla romano in pittura, scrittura, fotografia.

2.    In occasione della mostra la casa editrice Effigie pubblicherà una nuova edizione del volume fotografico Scrittori per un secolo, a cura di Goffredo Fofi e Giovanni Giovannetti, con testi inediti di Lalla Romano.

 

 

 

2.      Scopo della mostra

 

La mostra si propone di offrire un percorso culturale sull’opera letteraria e pittorica di Lalla Romano nell’alveo delle manifestazioni patrocinate dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Lalla Romano.

L’iniziativa scaturisce come conclusione di un lungo itinerario didattico all’interno del “Percorso integrato” che ha coinvolto il biennio ginnasiale della sezione A del Liceo Classico “Melchiorre Gioia” di Piacenza negli anni 2006-2008. (Il “Percorso integrato”, finanziato dalla Provincia di Piacenza, consiste in una serie di interventi di esperti di vari settori, che hanno permesso agli studenti di confrontarsi con un ampio numero di discipline relative alla trasmissione e allo studio dei testi su materiale originale e nelle varie sedi).

La partecipazione all’iniziativa dell’Associazione Amici di Lalla Romano consente di esporre anche a Piacenza una porzione significativa del materiale dell’Archivio di Lalla Romano e della sua collezione pittorica. La mostra coinvolge un’importante amicizia di Lalla Romano: la piacentina Grazia Cherchi, scrittrice e critico letterario. In questo modo, l’esposizione e le attività collaterali consentono di accostarsi a un importante momento storico-letterario del Novecento, che ha visto protagonista – oltre a Lalla Romano e Grazia Cherchi – la stessa città di Piacenza.

Oltre quindi al Liceo Classico “Melchiorre Gioia” e alla Biblioteca Mediateca “Grazia Cherchi”, all’Associazione e all’Archivio Lalla Romano, per questi motivi la mostra coinvolge diversi Enti della Città di Piacenza: il Comune, la Provincia, la Fondazione di Piacenza e Vigevano, la Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi, la Biblioteca Comunale Passerini Landi. Il coinvolgimento di più attori della vita culturale cittadina rafforza in tal modo la valenza culturale dell’iniziativa.

 

 

 

 

3.   Progetto della mostra

 

La mostra si articola in quattro sezioni:

 

 

Biblioteca Comunale «Passerini Landi» (Via Carducci, 14)

 

I. “L’invenzione della scrittura”

Manoscritti, prime edizioni, documenti, fotografie sull’attività letteraria (1941-2001): la sezione, curata da Antonio Ria, è introdotta da fotografie realizzate dal padre di Lalla, Roberto Romano, che raccontano la sua infanzia. Nel salone monumentale si espone una scelta – in sequenza cronologica – di manoscritti delle opere letterarie nelle varie stesure, fino alle prime edizioni, insieme a foto d’epoca e altri documenti, tra cui una selezione della corrispondenza con amici e scrittori (Pavese, Montale, Calvino…).

Galleria d’arte moderna «Ricci Oddi» (Via San Siro, 13)

 

II. “Lalla Romano, pittrice degli affetti”

Dipinti e disegni (1928-1947): la sezione, curata da Stefano Fugazza e Gabriele Dadati, si articola in due sottosezioni:

a.      Lalla Romano “ospite” del percorso espositivo permanente della «Ricci Oddi»: alcune opere della Galleria (p. es. Donne in Barca, 1933-34, di Felice Casorati; Fatica contadina, 1953, di Carlo Levi) saranno poste in dialogo con dipinti e documenti di Lalla Romano. Per l’occasione la Galleria esporrà dipinti di Levi e di altri pittori, attualmente in magazzino.

b.      Nello Spazio espositivo sotterraneo viene ricostruito l’itinerario pittorico di Lalla Romano, con una selezioni di dipinti e disegni, dagli autoritratti ai paesaggi, dai ritratti alle nature morte. Una raccolta di ulteriori opere grafiche permetterà di entrare nell’”officina”  dell’artista e di seguire lo sviluppo delle sue idee, documentate anche con suoi interventi critici sull’opera di altri pittori.

 

 

Biblioteca Mediateca «Grazia Cherchi» (Via Bacciocchi, 1, e Viale Risorgimento, 1)

 

III. “Lalla Romano e Grazia Cherchi: un’amicizia per la scrittura”

Libri con dedica, documenti originali e fotografie di Vincenzo Cottinelli: a cura di Antonio Ria  e Alessandro De Poli.

Lalla Romano e Grazia Cherchi si scambiavano continui consigli di lettura, «non perché avessero gli stessi gusti letterari, ma perché la scrittura come fatto in sé le accomunava» (Goffredo Fofi). Per l’occasione si espongono anche manoscritti e materiale originale della nuova edizione del volume fotografico Scrittori per un secolo, a cura di Goffredo Fofi e Giovanni Giovannetti, con testi inediti di Lalla Romano, sollecitati nel 1993 proprio da Grazia Cherchi.

 

IV. “Tra scrittura e immagine”: gli studenti “leggono” Lalla Romano

Manoscritti e documenti originali di Lalla Romano (Diario di Grecia, Tetto Murato, romanzi per immagini) insieme a materiali didattici relativi alla riflessione della classe V Ginnasio A sulla sua opera letteraria e pittorica. La sezione, curata da Alessandro De Poli e Antonio Ria (che ha guidato nel biennio la classe alla scoperta del rapporto fra scrittura e immagine in Lalla Romano), intende dar conto del lavoro didattico svolto attraverso la presentazione di elaborati cartacei e informatici degli studenti, posti accanto ai testi di Lalla Romano che li hanno sollecitati. Il tutto come esempio e documentazione anche del percorso didattico “Integrato” (I classici dal papiro alla “information technology”).

 

 

Liceo Classico «Melchiorre Gioia» (Viale Risorgimento, 1)

Introduzione alla Mostra

Nell’atrio della scuola sarà allestito un punto accoglienza e di introduzione alle varie sezioni della mostra, con cartelloni, gigantografie e una selezione della ricerca inedita Uno sguardo amoroso: Lalla Romano nelle fotografie di Antonio Ria, accompagnata da una video-proiezione.

 

 

Ingresso gratuito a tutte le sezioni della Mostra.

 

 

 

4.  Attività integrative

 

La Mostra sarà accompagnata da manifestazioni e attività integrative, in via di definizione, distribuite nelle varie sezioni, tra cui un “servizio guide”, curato dagli studenti della classe V Ginnasio A.

 

 

 

 

                                              Antonio Ria e Alessandro De Poli

 

 

 

Piacenza, 25 marzo 2008.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: